Arte

Navata destra, dal fondo, affreschi quattrocenteschi: Ecce Homo, Pietà, Adorazione dei Magi, San Giovanni Battista, Madonna in trono, Madonna con i Santi Donnino, Rocco, Sebastiano e Michele; Madonna attorniata dai Santi Francesco d’Assisi ed Antonio da Padova.

Pilastro di destra, tra la seconda e la terza arcata, presenta due affreschi contrapposti risalenti agli inizi del XVI secolo raffiguranti la Vergine col Bambino e San Lorenzo diacono e martire.

Al termine della navata destra, piccola cappella interamente ricoperta da affreschi risalenti al XVI secolo. Sul fondo, sopra all’altare, la Vergine Madre con i santi Donnino, Sebastiano, Rocco e Michele e la Colomba dello Spirito Santo; sulla destra un arco racchiude affresco coevo rappresentante la Natività.

In controfacciata due dipinti ad olio: a destra dell’ingresso principale San Pellegrino Laziosi (XVII secolo), a sinistra L’Immacolata e i santi Sebastiano, Rocco, Antonio da Padova e Margherita da Cortona di Pietro Balestra (1787).

In Presbiterio, parete destra, serie di affreschi dell’inizio XVI secolo: Vescovo e Cavaliere, San Sebastiano e San Rocco, la Crocefissione, la Madonna regina e la Vergine madre.

Al centro dell’abside pala raffigurante San Michele Arcangelo di Pietro Balestra (seconda metà del XVIII secolo).

Dietro all’altare, per il Venerdì Santo viene installata una tela che abbraccia l’intero arco della zona absidale, il Calvario opera di Girolamo Magnani (XIX secolo).